animali,cane,riciclo, moda,fashion, teatro, cinema,teatro cosmetici,televisione, popstar, spettacolo, attualità IL CANE DI LIZ | Teat-room | Teat-room | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

 
Teat-room 
di Gianna Volpi
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 
  cerca


 

Diario | NATURA | FASHION | CUCINA | POP STAR | ANIMAL | CINEMA | TEATRO | MUSICA | COSE |
 
Diario
1visite.

20 dicembre 2011

IL CANE DI LIZ



 

La cagnolina di Liz amava i gioielli come la sua padrona. Lo ha raccontato con dovizia di particolari Ward Landrigan, già responsabile della sezione "gioielli" di Sotheby's.

Landrigan ha ricordato quella famosa sera di San Valentino del 1968 in cui si recò al Caesar Palace di Las Vegas per consegnare la famosa "Peregrina" (la perla, montata su collier Cartier, venduto pochi giorni fa a quasi 12 milioni di dollari, durante l'asta dei gioielli di Liz Taylor di Christie's) allora acquistata da Richard Burton per la sua amata . Dopo i convenevoli del caso, i gridolii di entusiasmo dell'attrice, i complimenti del venditore, Liz era uscita dal salone della sua suite per recarsi nel boudoir, con l'intenzione di indossare vittoriosa il suo trofeo. Mentre i due uomini conversavano amabilmente e Landrigan raccontava le peregrinazioni della perla leggendaria (scoperta a Panama nel 16mo secolo fu donata al re di Spagna Filippo II dal governatore di Panama', Diego de Tebes, che l'aveva portata a Siviglia. Filippo II la regalo' alla sua sposa Maria Tudor. Successivamente, fu sfoggiata dalle regine che occuparono il trono di Spagna: Margherita d'Austria la indossava incastonata in una spilla nel famoso ritratto equestre di Velasquez, e il marito Filippo III sul cappello), di là regnava il silenzio fino al momento che la Taylor irruppe nella stanza, tutta scarmigliata, gridando "Ward, ho perso la perla!". I tre presi dal panico, si misero a frugare dappertutto, sui mobili e tra le pieghe dei tappeti, sotto lo sguardo impertinente e beffardo della piccola Lhasa Apso, il cagnolino di Liz che sembrava stesse succhiando con gusto e soddisfazione una caramella. Landrigan ebbe un soprassalto: "Liz – urlò agitato – so dove sta la perla!!!". I tre si girarono verso la cagnetta con un movimento simultaneo. Liz afferrò il tesorino per il ciuffo della testa e gli ficcò una mano in bocca, riuscendo a recuperare il suo autentico tesoro.

Se fosse stata colpa del cane o della perla che di sua natura era peregrina ( nel corso dei secoli aveva rischiato diverse volte di andare dispersa. Una volta e' stata smarrita su un divano nel castello di Windsor, e un'altra la moglie del quinto duca di Abercom l'aveva persa ad un matrimonio e la ritrovo' infilata nello strascico della sposa)... non so.

sfoglia
       gennaio